#viaggiareconibambini in Puglia. Terza tappa Alberobello

#viaggiareconibambini in Puglia. Terza tappa Alberobello. Nota per le sue bianche costruzioni coniche in pietra, più comunemente conosciute come trulli.

#viaggiareconibambini in Puglia. Terza tappa Alberobello. Care amiche eccoci giunte alla nostra terza tappa, dopo Cisternino e Ostuni ci troviamo a visitare la bellissima città di Alberobello chiamata anche “la capitale dei trulli”. Dovete sapere che Alberobello è l’unica città della Puglia dove potete trovare ancora un intero quartiere formato dai trulli. Situato al centro della Valle d’Itria e della Murgia dei trulli, si trova esattamente a mezz’ora di strada da Cisternino, dove noi abbiamo soggiornato.

Alberobello è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco  per le sue costruzioni architettoniche e per la sua importanza storica. 

Quello che ci siamo trovati davanti è un paesaggio unico e indescrivibile. Un insieme di trulli adibiti a botteghe di prodotti tipici, abitazioni e ristoranti tutti concentrati nella parte alta della città. Nella sommità troviamo la Chiesa di Sant’Antonio, unica e speciale grazie la pietra bianca e alla presenza della cupola a forma di cono. Non scattare foto è impossibile perché ogni angolo è magico! Il centro storico di Alberobello è piccolo e concentrato, riuscirete tranquillamente a visitarlo a piedi in un solo giorno.

Stella e Asia si sono divertite a scoprire ogni angolo di questo centro, rimanendo affascinate dalla bellezza dei trulli e di ogni singolo dettaglio di abbellimento. Ma dopo tante corse non potevamo che concludere la nostra visita ad Alberobello gustandoci un dolcetto caldo, il pasticciotto, un dolce di pasta frolla ripieno di crema pasticcera, a volte anche con la gianduia o l’amarena. Una vera goduria per il nostro palato.

Anche Alberobello è stata una bella scoperta per tutta la famiglia, ma quale sarà la prossima tappa? Provate a indovinare…

Kiss kiss Silvia e Family

 

alberobello

chiesa sant'Antonio ad alberobello