Tavolo da pranzo – Guida alla scelta

Il tavolo da pranzo è un oggetto d’arrendamento che assume un’importanza chiave all’interno delle abitazioni. Questo per via della sua centralità all’interno della stanza in cui viene posizionato e per la sua capacità di impattare in modo rilevante sul look e sul design della casa. Inoltre appare decisivo anche in materia di comfort, visto che non si tratta di un mero complemento d’arredo, ma di un oggetto che viene usato tutti i giorni. Praticità e design, dunque, rappresentano due elementi molto importanti da valutare con attenzione prima di procedere all’acquisto di un tavolo da pranzo. In questa guida andremo proprio a vedere alcuni consigli per scegliere correttamente questo importante complemento d’arredo.

Quando si tratta di effettuare la scelta, il primo elemento da tenere in considerazione è lo spazio a disposizione. Le dimensioni della stanza dove si va a collocare il tavolo da pranzo, infatti, sono importanti per capire la tipologia di tavolo da selezionare. È normale che una camera spaziosa darà la possibilità di scegliere un tavolo più ampio e comodo. Non è necessario però avere una stanza grande in cui inserire un tavolo da pranzo bello e funzionale. Nel caso non si abbia tanto spazio a disposizione, è infatti possibile optare per tavoli allungabili moderni, come quelli in esposizione sul sito di duzzle.it, che all’occorrenza possono ingrandirsi per ospitare più persone. A contare però non è solo lo spazio: la scelta va fatta anche in base all’uso che se ne farà.

Tavolo da pranzo – Guida alla scelta

In tal senso, il consiglio è di stare molto attenti ai materiali, alcuni dei quali si adattano poco ad un utilizzo frequente del tavolo. Materiali come il cristallo sono molto apprezzati in chiave di design, ma tendono a graffiarsi con grande facilità: di conseguenza non sono adatti ad un uso continuativo o in presenza di bambini. Anche il legno trattato è delicato, sebbene sia più resistente del cristallo e può essere trattato con prodotti specifici così da conservarsi in buone condizioni. Infine da considerare sono i tavoli in acciaio, resistentissimi sul lungo periodo e dallo stile minimal.

Un altro elemento importante da definire è come posizionare il tavolo all’interno della stanza. La regola vuole il posizionamento del tavolo da pranzo ad almeno 80 centimetri dai muri della stanza, così da lasciare lo spazio necessario per il passaggio delle persone. Si consiglia però di aumentare la quota a 120 centimetri, nel caso di un tavolo collocato in un’area di passaggio frequente. Infine, anche la forma del tavolo è da valutare attentamente per poter scegliere quella più adatta ai vari ambienti. Se lo spazio è poco, ad esempio, conviene optare per un tavolo tondo in legno. Per chi ama le linee e ha abbastanza spazio, l’ideale è un tavolo rettangolare. Infine, per chi ha spazi davvero ristretti e non ne fa un uso quotidiano c’è anche l’opzione sempre valida dei tavoli a scomparsa, che rappresentano una pratica soluzione salvaspazio.