Manutenzione del giardino – Come avere un prato verde e curato

La manutenzione del prato: i passaggi fondamentali

Avere un prato bello e in forma vuol dire spendere molte energie e tanto amore, oltre che seguire una serie di step fondamentali. Sono infatti diversi i passaggi da compiere per avere un prato perfetto. Il primo consiglio è di tagliare regolarmente il prato, in quanto così è possibile consentire all’erba di crescere più fitta. Il secondo consiglio è il seguente: attenzione alla concimazione, dato che il prato richiede sempre un nutrimento adeguato. Di conseguenza, occorre scegliere un concime adatto alla situazione e una miscela adatta al momento. La concimazione dovrebbe avvenire almeno ogni cinque settimane, con un buon prodotto che possa includere elementi fondamentali per il prato: ovvero il fosforo, l’azoto e il potassio. Ricordatevi poi dell’importanza dell’irrigazione, un altro step a dir poco fondamentale per una corretta manutenzione del prato: soprattutto a cavallo della semina, il terreno richiede una costante fornitura di acqua (almeno una volta al giorno). Poi abbiamo un altro step decisivo, e stavolta si parla della lotta alle erbacce, da condurre muniti di strumenti come lo scarificatore manuale e il sarchiatore. Infine, occorre padroneggiare trattamenti come l’arieggiatura del prato e la scarificazione, insieme alla carotatura: chi desidera un giardino verdeggiante e in forma, non può proprio farne a meno.

Come avere un prato sempre verde

Per prima cosa, per poter vantare un prato sempre verde e rigoglioso, serve scegliere una varietà di semi che ben si adatti al nostro terreno. Chiaramente qui non è possibile dare indicazioni specifiche, perché un mix di semi può andar bene in un contesto, e meno bene in un altro. Per fare un esempio, esistono dei mix che si rivelano perfetti per i prati che non possono contare su una diretta esposizione al sole. Altri tipi di mix, invece, reagiscono meglio ai climi caldi. Un altro suggerimento è di controllare sempre il grado di pH del terreno (dunque la sua acidità), perché questo è un aspetto fondamentale per la crescita in salute degli steli d’erba. Poi c’è un trucco che in tanti usano per rinverdire il prato, ed è il seguente: ogni mattina, è possibile gettare sul giardino una tazza di ammoniaca e una con solfato di magnesio. Quali sono gli altri consigli da seguire? In primo luogo la pacciamatura e la già citata arieggiatura, che consentono al terreno di assorbire meglio l’acqua e di ossigenarsi, così da favorire la salute delle radici e la crescita delle piante. Un discorso simile può essere fatto per la carotatura, da applicare quando la crosta di feltro supera un centimetro di spessore, e che può essere fatta con la macchina carotatrice.

Manutenzione del giardino – Come avere un prato verde e curato

Altri consigli per la manutenzione del giardino

I nostri spazi verdi richiedono tantissime cure che non si esauriscono nella manutenzione del prato: pulizia, potatura, irrigazione e molto altro. Iniziamo dal principio: tenere in ordine il giardino è fondamentale e per questo vanno rimosse di frequente le foglie secche, il polline e altri accumuli terrosi. In secondo luogo è bene prestare attenzione alla presenza di parassiti, come ad esempio la cocciniglia e le mosche bianche, che potrebbero nuocere alle piante, o di insetti, come le vespe, pericolose per l’uomo. Se nel primo caso, per risolvere il problema basta l’utilizzo di repellenti e antiparassitari sulle piante, nel secondo caso potrebbe essere meglio rimuovere i nidi di vespe e calabroni con l’aiuto di disinfestatori professionisti, come nel caso di Yougenio ad esempio. Altro passaggio fondamentale per il benessere del giardino è la potatura delle piante, una fase molto delicata che si può svolgere con il fai da te oppure, anche qui, facendosi aiutare da un giardiniere. Anche la scelta delle piante da mettere nei vasi andrebbe sempre fatta in base all’esposizione alla luce solare e agli altri agenti atmosferici, magari chiedendo consiglio a un esperto. Infine, sarebbe sempre meglio installare un impianto di irrigazione automatico moderno così da evitare sprechi e poter approfittare della possibilità di programmare l’orario di avviamento.

Infine, occorre spiegare un ultimo elemento necessario per avere un giardino sempre in salute: l’amore per la natura. Perché ogni giardino richiede attenzione e dedizione, dunque serve avere il pollice verde per poter garantire al prato una crescita costante e positiva.