Dolci – Agnello di Pasqua con conserva di cedro bio

Dolci – Agnello Pasquale con conserva di cedro bio. Una golosa ricetta per festeggiare Pasqua.

Dolci. Care amiche oggi Mafalda ci propone una golosa ricetta perfetta per Pasqua. Già vi avviso che la procedura è lunga, ma visto il risultato di quelli fatti da Mafalda, ne vale la pena. Siete pronte?

Primo Passaggio – Preparazione della conserva di cedro.

  • 1 kg di scorza e parte bianca di cedro bio
  • 400 gr. di zucchero

Per la preparazione servono 5 giorni. Bisogna prendere 1 kg di cedri, lavarli bene e prendere la scorza e la parte bianca (no la polpa), si fanno a pezzettini e si mettono in ammollo nell’acqua per 4 giorni. L’acqua dovrà essere cambiata tutti i giorni il mattino, a pranzo e alla sera. Trascorsi i 4 giorni si prendono e si passano nel passa verdure. Successivamente si mette il prodotto in una pentola con 400 gr. di zucchero sul fuoco e si porta ad ebollizione per 5 minuti, continuando a mescolare. Passati i 5 minuti si fa raffreddare e si mette nei barattoli.

Agnello Pasquale

  • 1 kg mandorle pelate
  • 200 ml acqua
  • 300 gr. di zucchero
  • 1 kg pasta fondente 1kg zucchero semolato e 400 di acqua (per il fondente)

Si prendono le mandorle pelate, si tritano nel trita carne in modo che venga una consistenza grossolana. Poi si mette sul fuoco l’acqua con lo zucchero il quale si deve sciogliere e portato ad ebollizione, dovrà risultare liquido e trasparente. Successivamente si aggiunge la farina di mandorle e si spegne il fuoco. Il risultato sarà quello di una pasta che si deve subito versare in una spianatoia e formare tante palline. Le palline serviranno per dare la forma dell’agnello. Ecco appunto per la forma, in sicilia ci sono negozi che vendono le forme ma ancora di più vengono tramandate da generazioni. Se riuscite a trovare la forma, si devo ricoprire con la pellicola e riempire con la pasta di mandorle ma la pancia dell’agnello si lascia un pò vuota perchè si va a riempire con la conserva di cedro. Si chiude con l’altra forma (perché sono coppie da due) e poi con delicatezza si aprono e si toglie la pellicola. Le forme devono stare 48 ore ad asciugare perché successivamente si fa la colatura dello zucchero che potrete trovare a pezzo anche in pasticceria. Per preparare la colatura si prende 1 kg di zucchero semolato e 400 gr. di acqua e si porta a bollore, poi si spegne il fuoco. Si aggiunge lo zucchero fondente e si fa sciogliere. Una volta sciolto si prende un pennello e si inizia a colare sopra agli agnellini. Quando sono asciutte si inizia a decorare, un momento divertente per tutta la famiglia. Questi dolcetti hanno una conservazione anche di tre mesi! Una dolce tradizione siciliana.

Non mi resta che dirvi Buona Paqua e fateci sapere se vi avventurate in questa ricetta!

Kiss kiss Silvia e Mafalda

Dolci - Agnello di Pasqua con conserva di cedro bio
decorazioni per agnelli