Ricordi di un’infanzia semplice

Ricordi di un’infanzia semplice…..da qui ha inizio il mio racconto nel passato, un racconto dal sapore bohemien.

Ricordi di un’infanzia semplice. Poche volte ci soffermiamo a ricordare momenti indimenticabili della nostra infanzia. Basta poco, una semplice richiesta di un oggetto non indispensabile da parte di Stella e Asia per far riaffiorare tutti quei momenti fatti di giochi semplici, corse nei prati, risate e spensieratezza. E così mi sono fermata nei miei ricordi di un’infanzia semplice e mi sono detta: “…perché non raccontare alle mie bimbe come una volta ci si poteva divertire con poco!”

Da qui, dal comodo letto di mamma prima di addormentarsi, ha inizio il mio racconto nel passato, un racconto dal sapore bohemien. Non sarà semplice convincere e spiegare a loro, che per divertirsi basta un po’ di fantasia e originalità…..quando il più grande problema era a che gioco giocare. Sicuramente saranno rapite e curiose di sapere tante cose che riguardano la mamma.

Tutto ha inizio in quel piccolo paese di campagna “…..si bimbe avete presente dove abitava la bisnonna e dove amate tanto correre, proprio in quella grande casa  la mamma ha vissuto fino a undici anni.” Com’era bello correre nei campi e raccogliere le carote e le fragole dall’orto del nonno.” Sapori e profumi genuini. Ma il ricordo più forte riguarda la Domenica. Un giorno di festa dove la famiglia si riuniva e dove si giocava tanto. “Sapete, con i miei cugini giocavamo a nascondino, a rincorrerci nei campi coltivati, a saltare dai muretti e rendersi conto che le ginocchia sbucciate, non facevano poi così male.

Ricordi di un'infanzia semplice

Ricordi di un'infanzia semplice

Ricordi di un'infanzia semplice

Poi……. disegnavamo con i gessetti colorati sotto il portico, quel gioco che si salta prima con un piede e poi con due……come si chiama, ve lo ricordate voi?” Mamma forse ti riferisci al gioco Campana?….ecco si brave!” Che divertimento, ma poi chi lo sentiva il nonno che avevamo sporcato il portico. Niente paura bastava una coccola e un bacio per sciogliere il cuore di quel nonno che si nutriva dei nostri sguardi e delle nostre risate. Vedete non necessariamente bisogna acquistare un gioco per divertirsi, basta un po’ di fantasia e originalità…… ed è proprio qui che mi rendo conto che una volta era tutto molto più semplice.

Ricordi di un'infanzia semplice

Ricordi di un'infanzia semplice

Ricordi di un'infanzia semplice

Ricordi di un'infanzia semplice

(Gli abiti indossati da Stella e Asia sono di Bonnet à Pompon…..Grazie!)

“Si mamma ma poi cosa facevi di bello?” Tante cose che mi ha insegnato la bisnonna……ma ve lo racconterò la prossima volta ora si è fatto tardi.

Stay Turned…..kiss kiss Silvia